News ed Eventi
IT

Porada International Design Award 2017: I VINCITORI

Ecco i vincitori del concorso promosso da PORADA ARREDI srl e POLI.design con il patrocinio di ADI

1° PREMIO PROFESSIONISTI (€ 3.000): “Sliding Plates” di Luca Giacomelli e Lorenzo Rossotti
1° PREMIO STUDENTI (€ 2.000): “Noua” di Nicole Maccari e Serena Chille’

Informazioni e Bando su: www.porada.it
Milano, dicembre 2017 – Lunedì 4 dicembre, nella suggestiva cornice di Villa del Grumello, a Como, la giuria del PORADA INTERNATIONAL DESIGN AWARD 2017 ha selezionato i vincitori del concorso promosso da Porada Arredi srl, azienda comasca leader nel settore della produzione di complementi per l’arredo, e POLI.design, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Sette i vincitori – quattro nella categoria Professionisti e tre in quella Studenti – che hanno saputo cogliere lo spirito del concorso proponendo dei progetti innovativi e originali sulle diverse tipologie di tavolini: da salotto, di servizio, coffe table e side table, capaci di rappresentare i valori distintivi di un marchio protagonista del design italiano come Porada. La giuria, infatti, ha deciso di assegnare due premi ex-aequo per la categoria professionisti, andando in questo modo ad aumentare il montepremi complessivo fino a € 12.000,00, che saranno così ripartiti:

Per la categoria PROFESSIONISTI:
1° premio, € 3.000: Sliding Plates, di LUCA GIACOMELLI (Italia) e LORENZO ROSSOTTI (Italia);
2° premio ex-aequo, € 2.000: Relaz, di ALESSIO BIAVA (Italia);
2° premio ex-aequo, € 2.000: Cycle, di YU HIRAOKA (Giappone);
3° premio, € 1.000: Leo, di SIMONE ALBERTO GERBINO (Italia).

Per la categoria STUDENTI:
1° premio, € 2.000: Noua, di NICOLE MACCARI (Italia - Politecnico di Milano, Design del Prodotto industriale) e SERENA CHILLE' (Italia - Politecnico di Milano, Product Service System Design);
2° premio, € 1.200: Fly, di ANDREA PEDULLI (Italia - Politecnico di Milano, Integrated Product Design);
3° premio, € 800: Torii, di NICOLO' DEVETAG (Italia - Politecnico di Milano, Design & Engineering).

Oltre ai sette progetti premiati, la Giuria ha riservato tre menzioni speciali ai progetti Odiyn di AYSE YAKAR (Turchia - Politecnico di Milano, Architectural Design) per la categoria Studenti, Fido di GABRIELE VELLA (Italia) e Bearing Table di TOM FEREDAY (Australia) per la categoria Professionisti.
Sono tutti lavori di grande qualità, che si sono distinti tra i 209 progetti presentati alla commissione giudicatrice: 101 nella categoria professionisti e 108 nella categoria studenti. Numerose le adesioni dall’Italia, ma altrettanto positiva la risposta a livello internazionale: Australia, Giappone, Iran, Sud America, Europa dell’Est e Turchia sono solo alcune delle nazioni coinvolte.

A vincere il concorso per la categoria Professionisti è stato Sliding Plates, scelto dalla giuria perché, nel far emergere un elemento ludico nell'interazione con l'utente, ha saputo coniugare cura del dettaglio, scelta appropriata dei materiali e armoniosa modificazione nella configurazione del prodotto, interpretando appieno la filosofia dell'arredo Porada. Il prodotto ideato dai progettisti Luca Giacomelli e Lorenzo Rossotti, infatti, trova la sua caratteristica peculiare nei tre piani d’appoggio, svincolati tra di loro e ruotabili in maniera indipendente uno dall’altro, che permettono di modificare la forma stessa del tavolino e conferiscono all’oggetto un elemento di “gioco“ che l’utente può sfruttare a piacimento, in modo da riuscire a modificare la configurazione del proprio spazio abitativo anche con un solo elemento d’arredo.

Nicole Maccari e Serena Chille', studentesse del Politecnico di Milano, si sono, invece aggiudicate il primo premio della categoria Studenti con Noua. I membri della giuria hanno riconosciuto, in particolare, a questo progetto “l'originalità della multifunzione, unita alla semplicità nell'impiego e nell'accoppiamento di materiali diversi, che con un'estetica garbata si inserisce bene nel panorama prodotti dell'azienda”. Noua, infatti, può funzionare come coffee table, grazie al vassoio incorporato e rimovibile, come svuota-tasche, grazie a una sezione intagliata sotto il vassoio, e come porta riviste, grazie a un foglio di metallo piegato, che funge anche da supporto all'intero tavolino.

La giuria, formata da noti esperti del settore fra cui Bruno Allievi (Amministratore delegato Porada), Tiziano Allievi (Socio Porada), Roberto de Paolis (POLI.design), Manuela Garbin (Designer), Zheng Lingjian (CEO & Chief designer of Taizhou Pinzhen design Co., Ltd), Mao Mingjing (CEO & Chief designer of Shanghai Maudea interior design engineering Ltd), Francesca Taroni (Direttore di Living), Gerhard Amann (Publisher di H.O.M.E), Tina Mahony (Director of Go Modern, London) e Ghada Al Sayed (Design Principal & Partner of Horizon Interiors, Manama, Bahrain), nel valutare gli elaborati ha tenuto conto della loro originalità, del grado di innovazione e ricerca di nuove soluzioni progettuali riferite alla lavorazione tipica del legno massello, della sperimentazione sui materiali e le finiture superficiali, della capacità dei progetti di definire e anticipare scenari d’uso e concept innovativi nell’utilizzo del mobile in legno e del complemento d’arredo contemporaneo, con particolare riguardo alle determinazioni tipologiche, tecnologiche e morfologiche.

Contacts:
Email: award@porada.it
Tel.: [+39]031.766215

Ufficio Comunicazione POLI.design:
Mail: Comunicazione@POLIdesign.net
Tel. [+39] 02.23997201
www.polidesign.net

Ufficio Comunicazione Porada:
Laura Allievi Mail: laura@porada.it
Tel.: [+39]031.766215
www.porada.it